Stagione 2021--

-

Stagione 2021

Venerdì 7 MAGGIO 2021
Doppia replica ore 18:30 20:30
THE FELLINI VARIATION
Mario Mariani
The Fellini Variations è un omaggio al grande regista italiano, a 101 anni dalla sua nascita.Il recital è composto da alcune tra le più conosciute ed apprezzate colonne sonore dei film di Fellini, firmate dal suo compositore di riferimento Nino Rota, con trascrizioni originali al pianoforte a cura di Mario Mariani, cui saranno affiancate
variazioni polistilistiche con momenti di natura improvvisativa, rendendo lo scintillante, nostalgico e variopinto mondo dell'universo felliniano.Mario Mariani sviluppa creativamente la prassi del pianoforte preparato (interagendo con i più
svariati oggetti), arricchendola di senso “teatrale” ed espressivo,
intendendo il pianoforte come una moltitudine di strumenti, come un'orchestra.
Sabato 8 Maggio Ore 20:30
FRANCESCA ROMANA PERROTTA
CANTA LE DONNE SENZA VOCE
Nuovo disco in collaborazione con il Circuito Pubblico Pugliese
batteria Tomaso Graziani
basso Alberto Amati
chitarre Giuseppe Bonomo
voce e chitarra acustica Francesca Romana Perrotta
Francesca Romana Perrotta segue un “filo rosso” che lega tutte le sue canzoni: la
femminilità, nei suoi aspetti più reconditi, ancestrali, discussi ed ambigui. Un appuntamento
di grande spessore artistico, in cui la musica e le parole della rockeuse dipingeranno i suoi
“ritratti di signora”, personaggi femminili intriganti e inusuali a cui Francesca darà
finalmente voce. Potrete incontrare una Biancaneve inedita che specchiandosi vede il suo
alter ego Eva oppure una Maria Maddalena innamorata, una piccola regina rinchiusa in una
torre accusata ingiustamente di follia: Giovanna la pazza. Poi Salomè, Francesca da Rimini,
una tarantolata, Penelope...Questi brani sono volti a sostenere l’impegno sociale, da tempo
intrapreso dall’autrice, nei confronti delle donne sfruttate o incomprese e delle loro storie
spesso dimenticate: la canzone d’autore, come elemento di cultura e non solo come mero
intrattenimento, bussa alle porte della nostra coscienza attraverso uno spettacolo musicale
trascinante e incantato.
Venerdì 14 MAGGIO ore 20:30
GIOBBE
Storia di un uomo semplice
con Roberto Anglisani
dal romanzo di Joseph Roth
regia e adattamento Francesco Niccolini
consulenza letteraria e storia Jacopo Manna
vincitore dei «Teatri del Sacro» 2017
“Giobbe” – romanzo perfetto di Joseph Roth – diventa un perfetto racconto teatrale
grazie alla bravura e alla maestria di Roberto Anglisani. Un racconto tragicomico
proprio come la vita, dove si ride e si piange, si prega e si balla, si parte, si arriva e
si ritorna, si muore in guerra e si rinasce. Senza giudizio, senza spiegazioni: ma,
attraverso lo sguardo mite e sereno di un narratore misterioso e onnisciente, ricchi
di compassione e accompagnati da un sorriso, lieve, dolcissimo, che spinge tutti i
protagonisti di questa storia, lunga quanto una vita, e forse anche un po' di più.
Martedì 18 MAGGIO ore 20:30
Anniversario della Liberazione
FIGLIE DELL’EPOCA
Donne di pace in tempo di guerra
di e con Roberta Biagiarelli
dramaturgia Simona Gonella
produzione La Corte Ospitale
Il monologo Figlie dell’epoca, donne di pace in tempo di guerra mette al centro del suo racconto un fatto sconosciuto della storia del primo conflitto mondiale: il Congresso internazionale delle Donne tenutosi all’Aja, il 28 aprile 1915. Attraversando i confini di un continente in guerra 1.136 donne pacifiste provenienti
da tutta Europa e dall’America si riunirono per cercare la strada per una pace possibile. Roberta Biagiarelli diventa un ponte tra le donne di ieri e quelle di oggi,
mette a confronto le sue esperienze di donna e attrice impegnata a raccontare la guerra dei Balcani, con quelle donne del primo conflitto mondiale, donne con
biografie esemplari, ma poco note al grande pubblico, come ad esempio: Jane Addams, pacifista, femminista e premio Nobel per la Pace nel 1931; Rosa Genoni,
stilista milanese e unica italiana presente all’Aja; Margherita Parodi Kaiser, la sola crocerossina medaglia di bronzo al valore sepolta fra i 100.000 soldati nel Sacrario di Redipuglia.
Venerdì 28 MAGGIO ore 20:30
NOVECENTO
di Alessandro Baricco
regia Anna Meacci
con Sergio Mascherpa
produzione Centro Teatrale Bresciano,
Teatro Laboratorio
 
Novecento è un testo nato per il teatro e sul palcoscenico trova tutta la forza, l’espressività e la poetica della scrittura di Baricco. L’attore prende per mano il pubblico e l’accompagna in questa storia onirica e simbolica. Tutto si svolge sulla nave Virginian,
il racconto ha l’andamento delle onde dell’Oceano in un incalzare di suggestioni, riflessioni, azioni e pensieri. Il narratore è il trombettista della nave, incontra Danny
Boodman T.D. Lemon Novecento e fra i due nasce un’amicizia sincera e profonda. Il talento di Novecento è sublime: attraverso il pianoforte e la sua musica vive le emozioni dei passeggeri del piroscafo. Il trombettista proverà a convincere Novecento nato e
cresciuto su quella nave, a scendere a terra. Lui ci proverà a scendere a New York, tuttavia non ce la farà, e tornerà sui suoi passi. Il narratore infine scenderà a terra, pronto a farsi una vita. Anni dopo riceverà una lettera: la nave Virginian è diventata inutile e bisognerà farla affondare, ma Novecento è irremovibile, si rifiuterà di andarsene, preferirà restare sulla nave, il suo vero unico mondo.
Sabato 29 MAGGIO ore 20:30
SEI DONNE CHE HANNO
CAMBIATO IL MONDO
di e con Gabriella Greison
Sei brevi romanzi in cui perdersi in questo libro sono quelli di Marie Curie (1867- 1934), Lise Meitner (1878-1968), Emmy Noether (1882-1935), Rosalind Franklin (1920-1958), Hedy Lamarr (1914-2000) e Mileva Marić (1875-1948).
Per molti saranno nomi sconosciuti, eppure queste sei donne sono state delle pioniere. «Sei stelle luminose nel buio del secolo breve. La loro luce si è spenta, com’è destino tra gli esseri umani. Ma la loro traccia è indelebile, lungo il cammino del progresso, non
solo scientifico, dell’umanità».

Lo spettacolo fa parte del progetto 'Insieme contro la violenza' 2020-2021, un lavoro di comunità nato per condividere e diffondere una cultura di contrasto alla violenza di genere e alle discriminazioni nelle nostre comunità, realizzato e promosso dall' Unione Rubicone Mare con il contributo della Regione Emilia Romagna.
Si ringraziano Sportello Antiviolenza Alba e Comune di Gambettola